Crescenti restrizioni sull'uso dei solventi petrolchimici

Tabella dei Contenuti

Attualmente nessuna legge nazionale di valore esecutivo generale vieta l'uso di solventi petrolchimici, anche se tossici.

Per esempio, in nessun paese, la legge nazionale vieta totalmente l'uso del toluene (n. CAS: 108-88-3).

Comunque, alcune importanti restrizioni sull'uso di diversi solventi petrolchimici stanno crescendo sempre di più in alcuni notevoli mercati di produzione. 

In questi casi, la forza motrice non è un regolamento generalista che viene dall'alto, ma la forzatura dei requisiti imposti dai mercati verso il basso.

I più noti sono i seguenti:

  • Imballaggi alimentari (regolamento UE 10/2011)
  • Prodotti per l'industria tessile e del cuoio (vedere la tabella di marcia ZDHC: Zero Discharge Hazardous Chemicals)
  • Vernici per giocattoli per bambini (Direttiva UE sulla sicurezza dei giocattoli 2009/48/CE)
  • Ordinanza svizzera per gli articoli di uso quotidiano (EDI, 16.12.2016)

Qualcosa di più sarà messo in evidenza molto presto, come le limitazioni sull'uso di solventi contenenti aromatici nei diluenti e nei detergenti per i mercati dei consumatori (fai da te).

Sulla base del nostro know-how e dell'esperienza di più di 12 anni nella R&S e nella produzione di solventi a base biologica, stiamo già distribuendo molti solventi che permettono ai clienti di soddisfare queste nuove esigenze.

Tra questi, solo come esempi:

  • AstroBio™ K 2 come sostituto di MEK
  • AstroBio™ K 3 come sostituto di MIBK
  • AstroBio™ XT come sostituto di toluene e xilene
  • AstroBio™ NS come sostituzione di NMP e NEP

Nessuno dei nostri solventi contiene né chetoni né idrocarburi aromatici.

Tutti sono classificati solo come irritanti.

Perché non li metti alla prova?

it_ITItalian